Il progetto in breve

Obiettivi

Gli obiettivi che BRIDGES si pone si riferiscono a

  • investigare, mappare e arricchire le narrazioni che definiscono e inquadrano la ricerca scientifica disciplinare italiana;
  • sperimentare un processo pilota di co-produzione di pratiche di ricerca transdisciplinare sulla fertilità del suolo, attraverso una serie di incontri e seminari, in ambiente urbano e rurale, e alcune attività di citizen science;
  • sviluppare un’attitudine riflessiva e un senso di responsabilità nei cittadini e nei ricercatori, rendendoli consapevoli di essere una risorsa fertile per l’Italia.

Strategia

BRIDGES propone sperimentazioni, in ambito urbano e rurale, per far incontrare e lavorare assieme una comunità estesa di persone, su una questione che riguarda tutti da vicino: la fertilità del suolo. Giovani ricercatori e cittadini sono invitati a sperimentare un nuovo tipo di ricerca, partecipato e ibrido, insieme a educatori, artisti, specialisti di microbiologia del suolo, agricoltori e stakeholder. La sfida di produrre degli indicatori di fertilità del suolo utili alla collettività viene affrontata attraverso un approccio basato sulla stretta interdipendenza tra i vari campi di ricerca. In questa progressione di esperienze sempre più ibride e partecipate, BRIDGES induce un processo di trasformazione in tutti gli attori coinvolti, in termini di narrazioni da far emergere, per sviluppare e praticare una nuova consapevolezza ecologica.

Risultati attesi

 

BRIDGES prevede di:

  • istituire nuovi ponti e modalità di relazione tra mondi ancora poco connessi nel contesto italiano: la scienza, la società e i sistemi ecologici;
  • creare metodi e strumenti per co-produrre processi e pratiche di ricerca utili alla collettività di umani e non umani, attraverso il dialogo e l’azione partecipata con attori sociali eterogenei, da diverse discipline;
  • migliorare la qualità, il senso di responsabilità e l’efficacia della ricerca scientifica italiana, nel suo rapporto con i cittadini e l’ambiente, rendendola più capace di rispondere alla complessità delle sfide contemporanee;
  • fornire alle comunità e agli stakeholder interessati un insieme di indicatori della fertilità del suolo in grado di produrre maggiore consapevolezza nelle pratiche di gestione e policy-making
 

La struttura del progetto

Gruppi di lavoro e processo di ricerca

BRIDGES si articola in diversi blocchi di attività (chiamati Work Packages, o WP). Di essi alcuni si svolgono con continuità lungo tutta la durata del progetto (WP0, WP5 e WP6), altri costituiscono passaggi progressivi e perciò si susseguono nei mesi centrali di attività (WP1, WP2, WP3, WP4).

A ciascun work package partecipano uno o più partner BRIDGES.

Coordinamento e gestione del progetto

(CNR)

Narrazioni su scienza e società in Italia. Survey tra i giovani ricercatori.

(CNR, CEST)

Review bibliografica ed analisi bibliometrica sui temi della fertilità del suolo, sulle relazioni tra suolo e uomo e sulle attività in corso nel panorama italiano. Primo workshop partecipativo e transdisciplinare.

(CNR, Pianpicollo Selvatico)

Esperimento partecipativo di ibridazione delle conoscenze sul tema della fertilità del suolo nel centro di ricerca di Pianpicollo. Sviluppo di un set di indicatori ibridi di fertilità.

(Pianpicollo Selvatico, CNR)

Esperimento di Citizen Science in terreni periurbani (Milano) con applicazione ed estensione delle procedure transdisciplinari sviluppate in contesto rurale.

(CNR, Pianpicollo Selvatico)

Osservazione,  monitoraggio e valutazione del percorso transdisciplinare e partecipativo lungo l’evolversi del progetto. Interviste interne e percorsi di auto-riflessione.

(Pianpicollo Selvatico, CEST)

Comunicazione e disseminazione responsabili. Coinvolgimento di giovani ricercatori con sviluppo delle relazioni tra scienza, società e contesto ecologico.

(CEST, CNR)

Il progetto promuove una serie di incontri e seminari, in ambiente urbano e rurale, e alcune attività di citizen science. I ricercatori coinvolti sperimenteranno, insieme a reti di cittadini, modalità di ricerca partecipate e ibride, per discutere e produrre indicatori di fertilità del suolo costruiti collettivamente. Saranno affiancati, in questo percorso, da educatori, artisti, specialisti di microbiologia del suolo, agricoltori.

*foto: Alice Benessia, Christian Colella, realizzate a Pianpicollo Selvatico nel corso delle attività sul campo del progetto.
*infografica struttura progetto: Rita Giuffredi